• Spreco di Cibo

Spreco di Cibo

Lo spreco di cibo indica del cibo commestibile che viene scartato o che non può essere utilizzato, in ogni caso che viene buttato via per la vicinanza alla data di scadenza o perché non soddisfa i requisiti estetici o perché compriamo più di quanto possiamo mangiare e qualche volta per la difficoltà di interpretare correttamente le istruzioni sulle etichette.
Lo spreco di alimenti si svolge nei nostri campi, durante la trasformazione industriale, distribuzione e consumo finale nei nostri ristoranti e nelle nostre case.
La produzione e le fasi della vendita al dettaglio sono i principali artefici dei rifiuti alimentari (si può vedere la tabella in basso) In mezza giornata sprechiamo così tanto cibo che potrebbe nutrire 5.000 persone.
Nei paesi industrializzati circa 100 kg (220 lb) di cibo per persona all'anno anno viene sprecato nella fase del consumo, i rifiuti alimentari in genere sono l'effetto dello stile di vita dei consumatori e la mancanza di regolamentazioni tra i vari attori nella catena quali agricoltori, produttori distributori, ristoratori, rivenditori, i quali hanno un ruolo da svolgere nel limitare e prevenire i rifiuti alimentari e, ultimi ma non meno importanti, i consumatori.
Il totale di rifiuti alimentari nelle regioni a medio e alto reddito è di circa 222 milioni di tonnellate; che è circa l'intera produzione alimentare nell'Africa sub-sahariana (230 milioni di tonnellate).

Food waste person

C'è anche da tenere in considerazione la perdita alimentare, che è legata ad una riduzione della qualità e quantità di cibo in tutta la parte della catena alimentare.
La perdita di cibo è anche spesso causata dalle carenti capacità infrastrutturali nelle attività post-raccolta.
Essa comprende anche il cibo, per l'alimentazione umana, che viene utilizzato per altri scopi, ad esempio come combustibile o mangime per animali.
La cosa più grave è comunque la distruzione volontaria di ingenti derrate alimentare da parte dei produttori o distributori per calmierare i prezzi.

Spreco di cibo per persona all'anno
Zona Totale da parte degli agricoltori,
produttori, rivenditori
da parte dei
consumatori
Europa 280 kg (620 lb) 190 kg (420 lb) 90 kg (200 lb)
Nord America e Oceania 295 kg (650 lb) 185 kg (408 lb) 110 kg (240 lb)
Zone industrializzate dell'Asia 240 kg (530 lb) 160 kg (350 lb) 80 kg (180 lb)
Africa sub-sahariana 160 kg (350 lb) 155 kg (342 lb) 5 kg (11 lb)
Nord Africa, Asia occidentale e centrale 215 kg (474 lb) 180 kg (400 lb) 35 kg (77 lb)
Asia sud e sud-est 125 kg (276 lb) 110 kg (240 lb) 15 kg (33 lb)
America Latina 225 kg (496 lb) 200 kg (440 lb) 25 kg (55 lb)

(fonte: SIK - Istituto svedese per l'alimentazione e la biotecnologia)

Anche Papa Francesco, il 7 febbraio, prima dell'apertura di Expo 2015 a Milano, ha detto "c'è cibo per tutti, ma non tutti possono mangiare, mentre lo spreco, lo scarto, il consumo eccessivo e l'uso di alimenti per altri fini sono davanti ai nostri occhi. Questo è il paradosso!"

Un modo per ridurre i rifiuti alimentari è quello di informare quante più persone possibili a questo problema.

Tristram Stuart è la persona più conosciuta in questa campagna contro lo spreco alimentare e gli è stato assegnato il Premio Sophie 2011 per questo lavoro.


Tags correlati

spreco alimentare riciclare spreco cibo

Commenti

Nota: Il commento deve essere compreso tra 25 e 100 caratteri!